Categoria prodotto Google: come ottenere quella giusta senza impazzire?

    categoria-prodotto-google

    Se vuoi superare i tuoi concorrenti su Google Shopping e pagare meno per le inserzioni dei tuoi prodotti, il segreto sta nell’utilizzare al meglio la tassonomia Google. La “categoria prodotto Google” è un elemento fondamentale per tutte le campagne su Google Shopping e se non l’hai presa in considerazione fino ad ora, è arrivato il tempo di dedicarle la tua totale attenzione.

    La tassonomia è fondamentale per le inserzioni dei dati dei prodotti ed aiuta Google ad identificare più velocemente se i prodotti inclusi in un certo feed sono adatti a una certa ricerca.

    Quando devi selezionare la giusta categoria per i tuoi prodotti non si tratta di fare nulla di complicato anche se Google ha più di 6.000 categorie tra cui scegliere.

    Trovare la giusta categoria per i tuoi prodotti può essere uno strazio. Questo vale per tutti i venditori, ma diventa ingestibile per coloro che devono inserire centinaia se non migliaia di categorie.

    La differenza tra gli attributi categoria prodotto Google (google_product_category) e tipologia prodotto (product_type) su Google Shopping spesso causa confusione. Qui chiariremo la differenza una volta per tutte e mostreremo i modi migliori per usare questi due attributi essenziali.

    Clicca i link per accedere direttamente a una sezione specifica:

    Categoria prodotto Google: tutto ciò che devi sapere

    Tutto sulla tipologia prodotto

    Categoria prodotto Google vs. Tipologia prodotto Google

    I vantaggi del scegliere la giusta categoria su Google Shopping

    1. Categorizzazione generale
    2. Categorizzazione manuale
    3. Categorizzazione automatica
    4. Categorizzazione manuale e automatica
    5. Aggiungere la tua tipologia prodotto su Google Shopping
    6. Clienti DataFeedWatch: cosa fare se hai già la categoria prodotto Google nel tuo feed

    Riepilogo e conclusione

     

    Categoria prodotto Google: tutto ciò che devi sapere

    L’attributo “categoria prodotto Google” ha un impatto sulle prestazioni della tua campagna shopping. Per questo motivo è essenziale scegliere quella giusta.

    Come puoi vedere dall’immagine seguente, un numero (id categoria) viene assegnato a ogni categoria e sottocategoria di tassonomia Google.

    categoria_prodotto_google_tassonomia

    Puoi compilare il campo “categoria prodotto Google” con tutto il testo della categoria oppure con il numero corrispondente della categoria.

    categoria_prodotto_google_ esempi articoli abbigliamento

    Impostare la giusta “categoria prodotto Google” è essenziale per Google per capire che tipo di prodotti stai vendendo, per abbinarli alle ricerche più adeguate e per farli competere in una stessa asta di vendita con altri prodotti inclusi nella stessa categoria.

    Per esempio, due prodotti potrebbero avere dei titoli davvero simili, ma diverse categorie. È il caso di DVD e libri, quando il primo è basato sul secondo.

    Per esempio, se vendi sia libri sia DVD di “Harry Potter” vuoi che i DVD competano con i tuoi concorrenti di DVD di Harry Potter e i libri con i libri di Harry Potter. Lo stesso vale per dischi “BluRay” e lettori “BluRay”

    Google sceglie che cosa mostrare sulla base della categoria prodotto Google assieme ad altri fattori quali  titolo, GTIN etc.

    C’è un altro motivo per cui non devi scegliere la categoria prodotto Google in modo errato. Le varie categorie prodotto vengono trattate in modo diverso da Google in termini di politiche pubblicitarie e requisiti editoriali.

    Per esempio, l’attributo brand è richiesto per tutti i prodotti, eccetto film, libri e musica. Per questi prodotti devi aggiungere l’editore come brand. Se vendi altre categorie di prodotti e vuoi che vengano approvate, devi specificare la giusta categoria prodotto Google e successivamente compilare l’attributo brand.

    Alcune categorie di prodotti richiedono una categoria prodotto Google precisa in modo che Google possa applicare la politica rilevante e assicurarsi che il tuo feed venga approvato. È il caso degli alcolici. La promozione di questi ultimi è consentita ma limitata ad alcuni paesi e soggetta a rigide politiche. Se vuoi vendere alcolici devi “dichiararlo” nel tuo attributo categoria prodotto Google usando i valori Food, Beverages & Tobacco > Beverages > Alcoholic Beverages (499676) o qualsiasi sottocategoria, oppure Arts & Entertainment > Hobbies & Creative Arts > Homebrewing & Winemaking Supplies (3577) o qualsiasi sottocategoria.

    In questo modo, Google verificherà che il tuo feed sia conforme alle politiche per gli alcolici e approverà i tuoi prodotti. Altrimenti, senza la categoria prodotto Google o con un valore errato, Google non approverà automaticamente i tuoi prodotti alcolici, senza nemmeno verificarne la conformità alle politiche. Altre categorie di prodotti come Mobile phones or tablets with a contract o instalment plans, gift cards e software subscriptions richiedono una categoria prodotto Google specifica.

    categoria_prodotto_google_ buono acquisto contratto telefono cellulare

    Dai un’occhiata all’articolo del centro assistenza Google per maggiori dettagli. In Australia, Brasile, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Svezia, Turchia, Regno Unito e Stati Uniti, la categoria prodotto Google può essere utilizzata anche per organizzare dei gruppi di prodotti su Google Ads. In tutti gli altri paesi, solo la tipologia prodotto è disponibile per questo scopo.

    Ritorna all’inizio della pagina oppure Scarica La Guida Definitiva per Ottimizzare il tuo Feed di Prodotti


    Tutto su tipologia prodotto

    L’unica funzione dell’attributo tipologia prodotto è quella di aiutarti a organizzare le tue campagne di vendita in gruppi per semplificare gestione e pubblicità.

    Non ha nessun effetto sulle prestazioni della campagna e sulla politica. Può essere un valore a tua scelta. Nonostante ciò, Google consiglia di organizzare l’attributo tipologia prodotto in modo simile alla categoria prodotto Google.

    Puoi assegnare vari livelli di categoria al fine di facilitare la segmentazione su Google Ads. Ecco come appare una tipologia prodotto con vari livelli.

    google_ shopping  tipo di prodotto con livelli multipli

    In Google Ads potrai segmentare i tuoi gruppi di prodotti a seconda dei livelli della tipologia prodotto.

    Nell’esempio sotto la tipologia prodotto è: books > secondary books > junior certificate, books > secondary books > transition year, books > secondary books > leaving certificate, ecc...

    google_ shopping_segmentazione

    In questo modo, puoi assegnare delle offerte diverse a ogni categoria di prodotto o gestirli separatamente. DataFeedWatch può aiutarti ad assegnare un valore di tipologia prodotto attraverso delle semplici regole IF.

    categoria_prodotto_google_regole_per_il_feed_ Datafeedwatch 

    Ritorna all’inizio della pagina oppureScarica La Guida Definitiva per Ottimizzare il tuo Feed di Prodotti


    Categoria prodotto Google vs Tipologia prodotto Google: la differenza

    Entrambi gli attributi vengono usati per categorizzate i tuoi prodotti sul feed di Google Shopping.

    Nonostante ciò, mentre nell’attributo tipologia prodotto includi la tua categorizzazione e scegli i valori da usare per ogni prodotto, nella categoria prodotto Google devi seguire una tassonomia precisa fornita da Google.

    Questo perché i due attributi hanno due scopi diversi. Mentre la tipologia prodotto viene usata per organizzare offerte e report delle tue campagne su Google Ads, la categoria prodotto Google viene usata da Google per assicurarsi che la tua inserzione venga mostrata in relazione alle ricerche giuste.

    Questa differenza è fondamentale quando si tratta di capire come funziona Google Shopping e cosa fare per ottimizzare le tue campagne. Infatti, mentre la tipologia prodotto non ha alcun effetto sulle prestazioni della tua campagna su Google Shopping, la categoria prodotto Google .

    Google Shopping si basa tutto sul mostrare le tue inserzioni più volte possibile al pubblico giusto. Entrambi categoria prodotto Google e tipologia prodotto ti aiutano ad ottenere questo, tuttavia da prospettive diverse. Il primo lavora al livello di ottimizzazione del feed, mentre l’ultima al livello della campagna, sbloccando le potenzialità di gestione della pubblicità. Per questi motivi, dati i loro scopi diversi, è importante impostare entrambi gli attributi nel modo corretto. Anche se l’attributo tipologia prodotto non è richiesto e la categoria prodotto Google è obbligatoria solo per alcune categorie, è meglio usarli il più possibile.

    Ritorna all’inizio della pagina oppureScarica La Guida Definitiva per Ottimizzare il tuo Feed di Prodotti


    I vantaggi del scegliere la giusta categoria su Google Shopping:

    Ci sono innumerevoli vantaggi nel categorizzare in modo specifico ed ecco perché devi farlo accuratamente:

    • Google sarà in grado di valutare velocemente se i tuoi prodotti sono adatti alla ricerca effettuata. Aggiungendo un GTIN al tuo feed consenti a Google di fare ciò, tuttavia Google Shopping è anche un sito di comparazione offerte che utilizza le categorie prodotti per semplificare navigazione e comparazione.

    • La giusta categoria incrementa la possibilità che il tuo prodotto venga mostrato nella giusta ricerca e che il tuo CTR migliori

    • Con un miglior CTR le inserzioni dei tuoi prodotti hanno maggiori possibilità quando competono con prodotti simili.

    Ottieni la nostra guida per raddoppiare le tue vendite su Google Shopping in un’ora

    • Se le tue inserzioni diventano più rilevanti, il costo del tuo PLA diminuisce

    • Se vendi in più di una nazione e hai organizzato le tue categorie in inglese, puoi usare la categorizzazione per tutte le altre nazioni in cui è presente Google Shopping.

    Categorizzare inserendo molti product_types diversi è un lavoro noioso, ma i vantaggi sono abbastanza grandi da valutare di passare delle ore a farlo. Se non hai tempo: ingaggia un freelancer che lo faccia per te; sono soldi spesi bene!

    Ritorna all’inizio della pagina oppure Scarica La Guida Definitiva per Ottimizzare il tuo Feed di Prodotti

     

    1.Categorizzazione generale

    Innanzitutto, è importante sottolineare che questo attributo può essere obbligatorio o opzionale a seconda della categoria di prodotti che vendi.

    È obbligatorio per le seguenti categorie:

    Apparel & Accessories > Clothing (1604)

    Apparel & Accessories > Shoes (187)

    Apparel & Accessories > Clothing Accessories > Sunglasses (178)

    Apparel & Accessories > Handbags, Wallets & Cases > Handbags (3032)

    Apparel & Accessories > Jewelry > Watches (201)

    Media > Books (784)

    Media > DVDs & Videos (839)

    Media > Music & Sound Recordings (855)

    Software > Video Game Software (1279) (inclusi videogiochi)

    Nota: per prodotti di queste categorie, non puoi fornire solo la categoria principale, come Apparel & Accessories (166) o Media (783).

    È opzionale per tutte le altre categorie.

    Nonostante ciò, si consiglia di utilizzarlo per tutte le categorie.

    In questo modo sai per certo che i tuoi prodotti verranno approvati sul Google Merchant Center e potrai iniziare a pubblicizzarli.

     

    Ritorna all’inizio della pagina oppure Scarica La Guida Definitiva per Ottimizzare il tuo Feed di Prodotti


    2. Categorizzazione manuale

    Il titolo dice tutto: devi categorizzare manualmente tutti i prodotti. Per farlo, devi accedere alla pagina tassonomia di Google, scaricare l’intera lista di categorie e sottocategorie e successivamente selezionare la migliore categoria per ogni prodotto.

    Puoi scaricare la lista di prodotti qui e utilizzare la funzione cerca su Excel per trovare le migliori categorie per ogni prodotto. Questa strategia funziona se non disponi di tanti prodotti.

    Tieni a mente:

    - Devi sempre tenere il passo con le modifiche relative a categoria prodotto Google e aggiornare la categoria nel file del prodotto. Altrimenti, i tuoi prodotti non verranno approvati.

    - Scegli attentamente: un oggetto può essere idoneo per più di una categoria, quindi in questo caso, devi selezionare quella più adatta.

     

    Ritorna all’inizio della pagina oppure Scarica La Guida Definitiva per Ottimizzare il tuo Feed di Prodotti


    3. Categorizzazione automatica

    Può essere effettuata soltanto con l’aiuto di un tool fornito da terzi. A DataFeedWatch, abbiamo creato un sistema per abbinare ogni tipologia di prodotto alla sottocategoria più appropriata, in pochi secondi:

    1. Selezioni la categoria generale in modo che i prodotti vengano approvati

    2. Scegli la tua lista di prodotti

    3. Generi regole basate sulla tipologia di prodotto nel data feed

    Digiti alcune lettere e selezioni la migliore categoria per il tipo di prodotto.

     2019-03-13_1158

     

    Questa procedura è molto più veloce e semplice di dover fare tutto manualmente. E per renderla ancora meglio: se Google modifica qualcosa aggiorniamo noi  automaticamente le tue categorie.

    Mappando le tue categorie usando questo sistema azzeri i rischi che i tuoi prodotti non vengano approvati nel Merchant Center.

     

    Ritorna all’inizio della pagina oppure Scarica La Guida Definitiva per Ottimizzare il tuo Feed di Prodotti


    4. Categorizzazione manuale e automatica

    A volte, una combinazione delle due funziona meglio, perché permette un grado maggiore di personalizzazione.

    Per esempio, assumiamo che tu venda vestiti, che tu abbia creato le regole automatiche come nell’esempio sopra e che tu abbia assegnato la categoria generale Apparel & Accessories > Clothing > Dresses.

     

    2019-03-13_1215

    Nonostante ciò, nel caso in cui tu stia vendendo diverse tipologie di vestiti, devi essere il più specifico possibile e non mettere tutti nella stessa categoria.

    Per fare ciò puoi usare delle regole manuale e crearne alcune specifiche, come:

    Apparel & Accessories > Clothing > Wedding & Bridal Party Dresses se il titolo include la parola matrimonio.

    2019-03-13_1216

    Tieni a mente:

    - Le regole aggiunte manualmente hanno maggiore priorità di quelle generate automaticamente e puoi sovrascrivere quelle automatiche usando quelle manuali.

    - Quindi, se hai degli abiti da matrimonio nella categoria Dresses nel tuo store, questi andranno nella categoria Wedding dresses e non nella generica Dresses, dato che le regole manuali sovrascrivono quelle automatiche.

     

    Ritorna all’inizio della pagina oppureScarica La Guida Definitiva per Ottimizzare il tuo Feed di Prodotti

     

    5. Aggiungere tipologia prodotto

    A volte si crea confusione tra tipologia prodotto e categoria prodotto su Google. Il risultato è che i venditori forniscono a Google le proprie tipologie prodotto anziché la tassonomia richiesta.

    La tipologia prodotto è ciò che il venditore usa per categorizzare i prodotti sul proprio sito, mentre la categoria prodotto Google è la tassonomia richiesta che i venditori devono fornire per vendere su Google Shopping.

    Anche se la tipologia prodotto non è un campo richiesto da Google, è importante inserirla perché:

    • fornisce maggiori informazioni a Google sull’offerta
    • se non riesci ad essere specifico con le categorie Google, diventa importante perché fornisce a Google info aggiuntive sul tuo prodotto
    • aggiunge un altro strato descrittivo alla tassanomia

    Ritorna all’inizio della pagina oppureScarica La Guida Definitiva per Ottimizzare il tuo Feed di Prodotti


     

    6. Hai già la categoria prodotto Google nel tuo feed

    A volte i venditori che automatizzano la gestione del proprio feed hanno già la categoria prodotto Google.

    Per loro, non ha senso spendere altro tempo per mappare le categorie, quindi abbiamo una soluzione veloce ed efficace: possono usare la categorizzazione che hanno già nel loro feed e aggiungerla come campo opzionale del data feed.

    2019-03-13_1220

     

    Ritorna all’inizio della pagina oppureScarica La Guida Definitiva per Ottimizzare il tuo Feed di Prodotti 


     

    Riepilogo

    La categoria prodotto Google è fondamentale per migliorare le prestazioni delle inserzioni dei prodotti su Google Shopping. Puoi ottenere il massimo dalla categoria giusta:

    • Usando la categoria generale
    • Categorizzando manualmente - scarica la tassonomia qui
    • Categorizzando automaticamente
    • Categorizzando manualmente e automaticamente in modo combinato
    • Aggiungendo le tipologie prodotto al feed - puoi anche usare le tipologie prodotto per la tua strategia pubblicitaria
    • Aggiungendo la tassonomia come campo opzionale nel feed

    Ritorna all’inizio della pagina oppureScarica La Guida Definitiva per Ottimizzare il tuo Feed di Prodotti

     

    Scarica il nostro ebook su ottimizzazione data feed per scoprire di più su:

    ebook_ottimizzazione_del_feed_di_ dati


    Conclusione

    Che ti piaccia o no, la categorizzazione Google è senza dubbio un vantaggio per tutti i venditori che sanno come utilizzarla. Se stai pubblicizzando su Google ti consigliamo considerarla come una priorità.

    Non deve essere un compito eccessivamente complicato, soprattutto ora che puoi utilizzare un tool fornito da terzi per completare tutto in modo accurato e più velocemente.

    Per qualsiasi domanda su come usare la categoria prodotto Google al meglio, contattaci. Altrimenti, se hai dei consigli da condividere usa la sezione commenti sotto.    

    New Call-to-action