Tutto quello che c'è da sapere su Google Manufacturer Center

    Tutto-quello-che-cè-da-sapere-su-Google-Manufacturer-Center
    Il “Google Manufacturer Center” offre ai produttori e ai proprietari di marchi un maggiore controllo su come i loro prodotti vengono presentati agli acquirenti, sia su Google Shopping sia su altri servizi Google. I produttori possono caricare i dati dei propri prodotti su Google Manufacturer Feed, in modo che Google possa presentare queste informazioni. Per tutti i rivenditori questa è una grande notizia poiché, grazie a dettagli aggiuntivi sui prodotti, è in grado di creare una migliore esperienza di acquisto fornendo informazioni più accurate e dettagliate. In questo articolo illustreremo come funziona.
     

    GTIN

    Il “Manufacturer Center” ha un funzionamento molto simile al Google Merchant Center, ma, come suggerisce il nome, è un luogo in cui i produttori presentano a Google informazioni autorevoli sui prodotti.


    Avere i giusti codici “GTIN” assegnati a tutti i propri prodotti è estremamente importante. I GTIN saranno utilizzati da Google per abbinare i prodotti elencati dai produttori nel Manufacturer Center ai prodotti del rivenditore nel Merchant Center. I GTIN sono obbligatori in molti paesi da metà maggio 2016, e sono stati introdotti dalla maggior parte dei venditori. Se non li avete ancora aggiunti, leggete di più su come trovare i GTIN per i vostri prodotti.

    Che cosa ci guadagna il produttore?

    Lo strumento è stato creato tenendo conto delle esigenze del proprietario del marchio. Quindi, se siete unà azienda produttrice e state vendendo i vostri prodotti negli Stati Uniti, ci sono innumerevoli ragioni per cui dovreste essere su Google Manufacturer Center:

    Riacquistare il controllo su come il vostro marchio appare su Internet: caricando i dati del prodotto al Manufacturer Center vi assicurate che tutti i dati siano coerenti e precisi per tutti i servizi Google. Influenzerete il modo in cui i rivenditori presentano i loro prodotti su Google fornendo immagini, descrizioni e dettagli appropriati.

    Dati di prodotto standardizzati: condividendo tutti questi dati con Google, l'utente si assicura che i prodotti abbiano dettagli coerenti e completi quando vengono mostrati da Google negli annunci che appaiono nei risultati di ricerca. Le informazioni che Google mostrerà sui vostri annunci saranno coerenti su tutti i servizi. Google si incaricherà dunque di verificare ed eventualmente correggere potenziali discrepanze tra i dati forniti da te rispetto ai dati forniti dal rivenditore in modo che gli utenti possano ottenere informazioni esaustive relative alle loro ricerche.

    Incrementare il traffico: ampliare e monitorare i dati dei prodotti migliora l'esperienza di shopping online. Le immagini di alta qualità, insieme alle informazioni dettagliate che si caricano nell'archivio dei dati dei prodotti, aiuteranno Google a migliorare la pertinenza delle richieste di informazioni sui prodotti. Questo farà comparire più spesso gli annunci per i vostri prodotti, e vi permetterà di guadagnare click e traffico di utenti.

    Aumentare i tassi di conversione: informazioni corrette sui prodotti trasformeranno la ricerca e l'esplorazione dei prodotti in un'esperienza più gratificante. Offrire ai clienti informazioni esaustive ridurrà inutili seccature e attirerà clienti più inclini all’acquisto.

    Approfondimenti sulle prestazioni: con lo strumento di analisi, i produttori ottengono informazioni che permettono loro di verificare le prestazioni dei propri prodotti su Google. Tali approfondimenti includono il numero di click che i vostri prodotti ottengono rispetto a quelli della concorrenza, e quante volte i vostri annunci vengono mostrati come risultato di una ricerca in Google Shopping. Potrete, inoltre, identificare i prodotti più reddtizzi e decidere come migliorare i dati di tali prodotti.

     

    Come funziona?

    Attualmente, il Manufacturer Center è aperto ad un numero limitato di produttori del mercato statunitense. Se non avete sede negli Stati Uniti, o se producete i vostri prodotti a livello internazionale potete comunque utilizzarlo, ma solo per i prodotti venduti negli Stati Uniti.

    Per elencare i vostri prodotti nel Manufacturer Center dovete compilare questo modulo e, se soddisferete i requisiti, verrete contattati da Google.

    Se la richiesta verrà accettata dovrete reclamare la proprietà del vostroi marchi, attendere che Google li esamini e, una volta ottenuto il via libera, procedere con l'invio dei dati del prodotto al Manufacturer Center.

     

    Come caricare i dati del prodotto nel Manufacturer Center?

    Creare il feed

    Prima di inviare le informazioni sul prodotto è necessario preparare un feed di dati con tutti i campi obbligatori.

    Con DataFeedWatch è possibile creare facilmente il Manufacturer Feed dal feed di origine. Basta andare all'elenco Aggiungi canale e aggiungerlo alla tua lista di canali.

    google-manufacturer-center-cruscotto

     

    Adattare e ottimizzare il feed

    Il Manufacturer Feed ha solo cinque campi obbligatori: ID, marca, titolo, GTIN e MPN. Tuttavia, è importante non limitarsi ai campi obbligatori, poiché maggiori sono le informazioni fornite, maggiori sono le probabilità che le ricerche degli utenti vengano abbinate ai vostri prodotti. Siate il più specifici possibile e includete dettagli come descrizioni, immagini, caratteristiche e altro ancora.

     

    google-manufacturer-center-campi-richiesti

     

    Quando il Manufactorer Feed è pronto, è necessario impostare il collegamento tra DataFeedWatch e il Manufacturer Center per poter inviare il feed.

    Potete sempre tornare indietro e adattare regolarmente il vostro feed in base alle informazioni che ricevete dalle analisi del Manufactorer.

    Con Google Manufacturer Center vincono tutti i membri della catena commerciale: il produttore, il rivenditore, l'acquirente e, naturalmente, Google.

     

    New Call-to-action