Affronta a viso aperto questo 2020 traendo beneficio dalle più importanti novità di Google Ads

    stencil.blog-post-feature (4)

     

    Sono successe molte cose all’interno della piattaforma Google Ads dall’anno scorso. Se avete chiuso gli occhi per un secondo, probabilmente vi siete persi qualcosa di importante!

     

    Nell’articolo di oggi vi sveleremo alcune delle aree nelle quali Google si aspetta di vedere una crescita esponenziale durante quest’anno. Quindi sarà meglio restare aggiornati sulle nuove features e impostazioni delle campagne, oltre ad aggiornare le funzionalità dei prodotti per migliorare la vostra visibilità sulla rete di ricerca di Google. 

     

    A partire dal tramonto della posizione media (average position) e per finire con il rivoluzionario approccio “phrase match”. Google ha apportato grandi modifiche durante lo scorso anno.

     

    Vi state chiedendo quale delle modifiche dell’anno passato avranno il maggior impatto nel 2020? 

     

    Faremo luce sulle 4 feature più importanti aggiornate da Google Ads. Modifiche che ogni digital marketer ed eCommerce retailer dovrebbe conoscere.

     

    Cominciamo!

     

    Cliccate uno di questi link per essere indirizzati alla sezione specifica su questa pagina..

     

    Indice

     

    Il Tramonto della Average Position

    Una visione più chiara riguardo al vostro risalto sulla pagina

     

    Nuovo Planner della Performance

    Ottenete fino al 43% di crescita delle conversioni con ottimizzazioni della spesa e simulazioni delle campagne

     

    Leads form Extensions nei Search Ads

    Raccogliete le informazioni di contatto dei vostri potenziali clienti senza chiedergli di lasciare la SERP

     

    Phrase Match & Broad Match Modifier (R)evolution

    Le intenzioni che stanno dietro ad una ricerca sono più importanti per Google rispetto alla semantica

     

    Sommario

     


    Il tramonto della Average Position

     

    Una delle metriche di ricerca è scomparsa. L' average position si riferiva all'ordinamento dei risultati a pagamento di una ricerca, ma non alla loro posizione.

    Per preparare gli inserzionisti ad eliminare gradualmente questa funzione, nel frattempo Google ha introdotto 4 nuove metriche.

     

    Le metriche della percentuale di impressioni (Impression Rate) indicano la frequenza con cui siete comparsi nella prima posizione (o tra le top) tra le impressioni:

    • Percentuale impressioni superiore sulla rete di ricerca - “La percentuale di impressioni degli annunci che vengono mostrate in qualsiasi punto al di sopra dei risultati di ricerca organica”

    Percentuale impressioni superiore sulla rete di ricerca = Impressioni nella parte superiore/Impressioni


    • Percentuale impressioni superiore assoluta sulla rete di ricerca- “La percentuale impressioni superiore assoluta sulla rete di ricerca [ % impr. (sup. ass.) ] indica la percentuale di impressioni degli annunci pubblicati come primo annuncio sopra i risultati di ricerca organica.”

    Search absolute top impression rate = Impressions on the absolute top/Impressions

     

     

    Le metriche della quota di impressioni (Impression Share) indicano la frequenza con cui siete apparsi sulla pagina (ovunque, in alto o in prima posizione) rispetto alle volte in cui avresti dovuto essere presente:

     

    • Quota impressioni superiore sulla rete di ricerca

    La quota impressioni superiore assoluta "QI superiore sulla rete di ricerca" indica il numero di impressioni ricevute nella posizione superiore (in qualsiasi posizione al di sopra dei risultati di ricerca organica) rispetto al numero stimato di impressioni che avresti potuto ricevere nella posizione più alta.

    Quota impressioni superiore = Impressioni nella parte superiore/Impressioni idonee nella parte superiore

     

    • Quota impressioni superiore assoluta sulla rete di ricerca

    “La quota impressioni superiore assoluta "QI parte sup. assoluta (ricerca)" indica il numero di impressioni ricevute nella posizione superiore assoluta (il primo annuncio sopra i risultati di ricerca organica) diviso per il numero stimato di impressioni che avresti potuto ricevere nella posizione superiore.”

    Quota impressioni superiore assoluta = Impressioni nella parte superiore/Impressioni idonee nella parte superiore

     

     

    tramonti-di-google-posizione-media-serp-final

     

    fonte: Google

     

    Avere un'idea chiara del vostro rilievo nella SERP è essenziale per prendere decisioni corrette nella strategia di bidding.

     

    Ecco perché un anno prima del tramonto della posizione media, Google ha introdotto la strategia di offerta automatica (auto-bid strategy) per la Target Impression Share (quota di impressioni obiettivo) per le Search Campaigns. E ora è l'unico metodo possibile.

     

    L'obiettivo delle strategie automatizzate è quello di pubblicare il vostro annuncio ovunque abbia le migliori possibilità di conversione rispetto al semplice possesso della parte superiore della SERP.

     

    Come impostare una strategia di offerta automatica in Google Ads (auto-bid strategy)

     

    PASSAGGIO 1- Selezionate dove volete concentrare i vostri sforzi (ovunque / in alto / 1a posizione)

     

    offerta-automatizzata-di-annunci-google

    PASSAGGIO 2: selezionate la % delle aste in cui desiderate partecipare, nota: osservate la colonna Impression Share e impostate obiettivi realistici

     

    Google-ads-automatizzato-offerta-3

    PASSAGGIO 3 - Impostare un limite all'offerta che Google può selezionare per una singola asta (obbligatorio)

     

    Google-ads-automatizzato-offerta-2

    Secondo alcuni, la posizione media/average position ha consentito alle piccole imprese di ottenere clic più economici scegliendo come target posizioni dell'annuncio più basse. E rimuovere questa metrica è il modo con cui Google ha messo da parte le piccole imprese a vantaggio di quelle grandi con grandi budget pubblicitari.

     

    In mercati altamente competitivi e saturi, questo può essere antieconomico per le piccole imprese poiché Google potrebbe incassare le entrate massime e mostrare i vostri annunci meno volte. Con l'offerta basata sul tasso di impressioni, potrete scegliere come target un tasso di impressioni dell'1% e loro potranno addebitarti mettendo l'1% delle tue impressioni nella posizione 1.

     

    Al giorno d'oggi, le offerte automatizzate sono convenienti e pervasive. Per molti inserzionisti le strategie manuali bid-to-position semplicemente non hanno senso.

     

    Torna all'inizio della pagina o PRENOTA la tua DEMO di creazione di annunci di testo automatizzati basati sui feed!!

     


    Nuovo “Planner” della Performance

     

    Google Ads ha implementato uno strumento sotto forma di Performance Planner. Da quando è stato implementato, esso aiuta gli inserzionisti a pianificare le spese pubblicitarie. Google afferma che, in media, il Performance Planner può aiutare gli inserzionisti a generare fino al 43% di conversioni in più.

     

    Ahmad Ismail, un Product Manager di Google Ads, spiega:

    "Ad esempio, supponiamo che tu abbia un budget mensile di $ 92.000 per 100 Search Campaigns. Il planner consiglierà come distribuire quei $ 92.000 in quelle campagne di ricerca per massimizzare le conversioni e i risultati del progetto attraverso questi cambiamenti nelle previsioni".

     

    Il pianificatore delle prestazioni prevede diversi livelli di spesa e CPA. Con questo strumento gli utenti ottengono una veduta completa a livello di campagna per i propri account. Questo tool si concentra sull'aumento del numero di conversioni, determinando una migliore spesa per le campagne.

     

    Gli inserzionisti vedono quanto spendono per ogni campagna, quindi assegnano fondi ad ognuna. A livello di Performance Planner possono anche aggiungere parole chiave per ottenere una simulazione di come influenzerebbero sulle prestazioni.

     

    pianificatore-di-prestazioni-annunci-googlefonte: searchenigneland.com

     

    Quali sono i Requisiti per utilizzare il Performance Planner

     

    Il vostro Google Ads Account è idoneo a utilizzare Performance Planner se:

     

    • È attivo da almeno 72 ore (3 giorni interi)
    • Ha ricevuto almeno 3 clic negli ultimi 7 giorni
    • Ha ricevuto almeno 1 conversione negli ultimi 7 giorni
    • Le campagne di ricerca utilizzano CPC manuale o potenziato, sia strategie di bidding CPA target.

     

    Come Funziona il Performance Planner di Google Ads?

     

    • Il pianificatore delle prestazioni elabora le prestazioni aggiornate quotidianamente delle query di ricerca. Quindi esegue simulazioni delle aste degli annunci. Considera elementi quali la rilevanza degli LP, l'attività dei concorrenti o il traffico stagionale.

    • Il Performance Planner mostra le previsioni per le conversioni in base ai loro tipi.

    • È possibile inserire manualmente un tasso di conversione e quindi vedere le previsioni per la campagna.

    Questo algoritmo avanzato misura la propria accuratezza nel corso del tempo, dato che utilizza continuamente l'apprendimento automatico/machine learning.

     

     

    Come sfruttare al meglio il Performance Planner di Google Ads

     

    • Visualizza la simulazione del rendimento del mese e del trimestre per le tue campagne

    • Scopri come e quali modifiche alle impostazioni della campagna possono influire sulla spesa pubblicitaria. Modifica le diverse impostazioni nel planner e guarda come cambierà la tua previsione

    • Crea un piano di spesa pubblicitaria per visualizzare le previsioni degli Annunci Google relative al rendimento e al successo delle tue campagne

    • Migliora il rendimento dei tuoi annunci/ad performance con lo stesso livello di spesa. Implementa i suggerimenti nei tuoi Google Ads.

    La cosa più importante è che questo strumento è un literary planner e le modifiche apportate al suo interno non vengono implementate automaticamente. Per apportare modifiche è necessario scaricare un file e utilizzare Google Ads Manager.

     

     

    Torna all'inizio della pagina o PRENOTA la tua DEMO di creazione di annunci di testo automatizzati basati sui feed!!

     


    Lead form Extensions nei Search Ads

     

    Piccoli schermi, bassi livelli di pazienza e connessioni lente rendono la conversione da cellulare una vera sfida. Se guardate i vostri dati per dispositivo vedrete diversi tassi di performance.

     

    Google ha recentemente presentato la nuovissima "lead form ad extension" per aiutare a convertire gli utenti dei dispositivi mobili. Consente agli utenti mobili di fornire le proprie informazioni di contatto senza uscire dalla SERP. Ciò significa che non è più necessario visitare il sito mobile per la conversione - un notevole miglioramento del percorso di conversione.

     

    Gli utenti che hanno effettuato l'accesso ai propri account Google raggiungeranno il modulo già compilato. Esso includerà i loro dettagli di contatto. Solo un clic separa l'utente dalla conversione immediata.

     

    Le lead form extensions ingrandiscono i tuoi annunci di ricerca ed è più probabile che vengano pubblicati nelle prime posizioni. Come tutte le estensioni degli annunci, pagherete solo quando un utente farà clic sull'estensione del lead form extension.

     

    google-lead-form-extensions

    fonte: wordstream.com

     

     

    Come impostare la vostra lead form extension

     

    • Visitate la scheda "Ads and Extensions" sulla parte sinistra della campagna di ricerca in Google Ads. Successivamente, andate alla scheda "Extensions" sulla barra in alto.

    • Selezionate uno degli otto CTA idonei e scrivete un breve messaggio  (30 caratteri). Appariranno accanto alla vostra lead form extension.

    • Create il lead form e scegliete quali dati dei ricercatori volete accogliere. Nella parte superiore, ci sarà il Nome del Business (30 caratteri), seguito dal titolo/Headline (30 caratteri). Ultimo ma non meno importante il corpo/body del contenuto - Descrizione (200 caratteri)

    • Fornite un link alla politica sulla privacy della tua azienda per essere conforme a Google

    • Includete un'immagine di sfondo da visualizzare dietro al lead form (facoltativo)

    • Create il messaggio di invio del form per la vostra lead form extension. In questo modo potete creare nuove leads. È necessario impostare le aspettative adeguate per ciò che seguirà dopo. Qui potete anche includere un CTA opzionale.

     

    impostazione-estensioni-modul- piombo-google

    fonte: wordstream.com

     

    Google offre due opzioni per raggiungere questi clienti che inviano tramite lead form extensions. Esiste la possibilità di scaricare i lead come CSV o impostare un'integrazione webhook.

     

    Anche se le lead form extensions offrono una soluzione rivoluzionaria, presentano comunque alcune limitazioni.

     

    Gli inserzionisti devono ricordare che le lead form extensions vengono visualizzate solo nelle campagne di ricerca e possono essere applicate solo a livello di campagna.

     

    Nota la restrizione significativa. Alcuni settori sensibili non sono in grado di raccogliere informazioni personali. L'utilizzo delle informazioni raccolte deve essere conforme alla politica fornita dalla vostra azienda, ai requisiti legali locali e alle politiche di raccolta dei dati di Google.

     

    Al momento, la funzione non è disponibile per gli annunci desktop. Consentendo agli utenti di dispositivi mobili di compilare il modulo senza navigare nel sito Web mobile, questa ad extension promette di fare miracoli per i tassi di conversione.

     

     

    Torna all'inizio della pagina o PRENOTA la tua DEMO di creazione di annunci di testo automatizzati basati sui feed!!

     


    Phrase Match & Broad Match Modifier (R)evolution

     

    Pensate soltanto a come si è evoluta il query matching/corrispondenza tra query, dai tempi delle prime ricerche di Google fino ai giorni nostri. L'espansione delle close variants exact match, che includeva le stesse variazioni di significato introdotte nel 2018, ha causato molta confusione tra gli inserzionisti. Per non parlare della match modifier (r)evolution dell'anno scorso.

     

    Le keywords con modificatore phrase match e broad match sono ora in corsa per mostrare close variants close-meaning, come parole e parafrasi equivalenti.

     

    Google sta allargando i risultati. Indicano che l'intento dietro una query è più importante della semantica. Inoltre, è impossibile per Google prevedere ogni singola variante di keyword targetizzata.

    Fino al momento di questo annuncio le uniche keywords close variants attivate (entrambe: sia phrase match che broad match), erano plurali o errori di ortografia.

     

    Come funzionano i match modifiers?

    Un keyword phrase match equivale a query che includono l'intera parola chiave nell'ordine specificato.

    La tabella seguente mostra in che modo la phrase match keyword differisce dalla sua versione precedente

     

    parola-chiave-modificatore-di-corrispondenza-a-frase

     

    D'altra parte c'è una anche una keyword broad match modifier. Corrisponde alle query che includono ciascun termine specificato in qualsiasi ordine.

     

    Date un'occhiata a come Google sta confrontando la broad match modifier keyword aggiornata con la versione precedente della funzionalità

     

    parola-chiave-modificatore-di-corrispondenza-generica

     

    La ragione è che sono close variants dello stesso significato. Questa regola è applicabile per il phrase match modifier.

     

    Le modifiche dello scorso anno al match esatto hanno prodotto risultati contrastanti. Alcuni hanno ottenuto benefici che derivano da più impressioni e da un volume di clic più elevato, altri hanno dovuto sostenere le spese.

     

     

    Torna all'inizio della pagina o PRENOTA la tua DEMO di creazione di annunci di testo automatizzati basati sui feed!!

     


    Riepilogo

     

    Questi sono dei grandi cambiamenti - ma cosa succederà ora?

     

    L'unica costante di Google è che è in continua evoluzione. Spesso rende difficile per l'inserzionista stare al passo con ciò che è disponibile. Come tutti sappiamo, Google aggiunge costantemente elementi alla sua vasta gamma di prodotti. Speriamo di riuscire anche nel futuro a soddisfare al meglio le esigenze dei clienti.

     

     

     


    New Call-to-action